ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER,
CI TENIAMO IN CONTATTO

Tragen Sie sich für den Newsletter ein,
damit wir in Kontakt bleiben können!

Sign up and keep in touch!

NEWSLETTER
dpv press

scritto da Bettina Nagel il
{"titolo":"La mia giornata all'EXPO 2015, Milano, Italia","testo":"

La mia giornata all'EXPO 2015, Milano, Italia

\r\n

 

\r\n

Come sempre, per vedere l’immagine meglio “cliccate\" su le foto!

\r\n

 

\r\n

Ho sentito le voci che giravano: che bella questa manifestazione, fa onore all'Italia, onestamente mi ha deluso, bellissimo, non ne vale la pena! Non erano giudizi uniformi e nemmeno chiari; allora cosa si fa in questi casi? Si prende un biglietto a si va vedere con i propri occhi!

\r\n

Per vederlo meglio mi sono preparata con internet e mi sono guardata tutti i consigli, suggerimenti, esperienze, particolarità dei vari padiglioni. Così mi sono creata la mia tabella di marcia! Sapevo alla fine tutto su tutto! Ero pronta!

\r\n

Partenza alle 7.30 di mattina per avere più tempo disponibile visto che voglio vedere tutto quello che mi sono segnata o minimo una parte di questo. Sono piena di entusiasmo, carica, agitata dalle aspettative. Finalmente anch'io posso dire la mia!

\r\n

\r\n

Al cancello dell'entrata è tutto facile e veloce. Entrando davanti a me vedo l'albero della vita e mi salgono le aspettative per lo spettacolo serale. Tiro fuori la mappa, che mi hanno dato, e comincio il mio percorso personale. Giappone: 5 ore di coda, Emirati Arabi 2,5, Germania 3,0 …...mi fermo, mi guardo attorno per rendermi conto che non sono io che faccio i programmi, ma le code! Va bene, si cambia tattica! Decido di seguire il destino, vuol dire che faccio tutto l'EXPO per vedere dove si può entrare senza sprecare tutta la giornata stando solo in coda. Anche questo nuovo piano non è facile da mettere in pratica, ma con un pochino di fortuna sono riuscita a vedere i padiglioni della Slovacchia, della Russia, dell'Oman, anche se nessuno di questi era lontanamente fra miei preferiti.

\r\n

Pranzo: sono eccitata, siamo in una manifestazione dedicata al cibo! Cosa potrei mangiare? Adoro la cucina italiana, voglio provarne una di un'altra regione, diversa dal Piemonte. Molise: pesce! Perfetto! Mi metto in coda e ordino tre piatti per assaggiare più cose. Le bibite si devono comprare da un’altra parte. Allora vado, cerco un posto a sedere e una volta trovato devo decidere se mangiare il mio pranzo freddo, mettendomi in un'altra coda per prendere qualcosa da bere, o mangiare senza bere! Allora mangio senza poter usufruire dell'offerta enorme di vini di tutta Italia! Pazienza... La giornata è ancora lunga, più tardi vedremo, magari un aperitivo allo stand della Franciacorta si riesce a fare!

\r\n

 

\r\n

PHOTO2321 PHOTO2320

\r\n

 

\r\n

Fiduciosa riparto di nuovo vedendo se le code dei miei padiglioni preferiti per miracolo si sono accorciate. Niente! Di nuovo vado alla ricerca di padiglioni dove la coda è accessibile e così finisco nel Nepal, dove è in corso uno spettacolo musicale. Non è male, ma....poi in Irlanda, noiosissima; quindi in Belgio dove si legge che si dovrebbero assaggiare le “moules”, ma sono finite, come mi fa sapere una lavagna; invece posso scegliere tra prosciutto e melone o mozzarella.....anche no! Visito la Spagna che trovo più interessante, poi gli Stati Uniti, un pochino noiosi. Alle 18.00, infine, per farmi del male mi metto in coda per vedere il Giappone! Dovevo vedere minimo uno di quelli che erano i miei stand preferiti, anche se vuole dire farsi 2 ore e mezza di coda!!!! Vi garantisco: dopo una giornata che giri senza sosta, stare ferma 2 ore e mezzo è lunghissimo ed estenuante!

\r\n

Finalmente si entra e devo dire che ne vale la pena, e il più bel padiglione che ho visto in tutta la giornata e sono sicura che ce ne sono altri, ma.....

\r\n

Una volta uscita dal Giappone è l'ora di vedere l'albero della vita e il suo spettacolo! Nel frattempo si è fatta notte e i padiglioni sono illuminati. L'atmosfera cambia. Mi piace molto di più, pure la frutta, il pane e tutto il cibo finto esposto in mezzo al “Decumano” (la via principale dell'EXPO) mi sembrano più belli.

\r\n

Lo spettacolo (dura ca. 10 minuti e viene ripetuto ogni 20 minuti) è molto bello, con la musica, le luci, i fuochi artificiali e l'atmosfera notturna che fa la sua parte.

\r\n

\r\n

Dopo lo spettacolo mi dirigo verso l'uscita per andare stanca e un pochino delusa a casa. Avevo tantissime cose che volevo vedere e sono rimasta con la bocca asciutta.

\r\n

La mia opinione sulla mia giornata all'EXPO è quello che ho detto a mio marito quando mi ha chiesto se valeva la pena di andarci.

\r\n

Lo rivedrei, con lui, con meno aspettative della prima volta, meno programmata. Proverei a prendere l'atmosfera internazionale che si respira, mi organizzerei con il cibo e farei in modo di avere anche da bere mentre mangio. Diciamo che lo prenderei con più filosofia, contenta di esserci; si tratta comunque di una manifestazione mondiale a 150 km da casa mia! Sicuramente mi fermerei più a lungo la sera per l'atmosfera! Apprezzerei l'architettura dei padiglioni da fuori se la coda non mi permettesse di entrare.
Forse il mio primo approccio era troppo rigido, sarei più morbida e per questo vorrei che anche mio marito lo vedesse. Lui è Italiano ed è importante che lo veda e si faccia anche lui la sua opinione!

","abstract":"La mia opinione sulla mia giornata all'EXPO è quello che ho detto a mio marito quando mi ha chiesto se valeva la pena di andarci."}

La mia giornata all'EXPO 2015, Milano, Italia

 

Come sempre, per vedere l’immagine meglio “cliccate" su le foto!

 

Ho sentito le voci che giravano: che bella questa manifestazione, fa onore all'Italia, onestamente mi ha deluso, bellissimo, non ne vale la pena! Non erano giudizi uniformi e nemmeno chiari; allora cosa si fa in questi casi? Si prende un biglietto a si va vedere con i propri occhi!

Per vederlo meglio mi sono preparata con internet e mi sono guardata tutti i consigli, suggerimenti, esperienze, particolarità dei vari padiglioni. Così mi sono creata la mia tabella di marcia! Sapevo alla fine tutto su tutto! Ero pronta!

Partenza alle 7.30 di mattina per avere più tempo disponibile visto che voglio vedere tutto quello che mi sono segnata o minimo una parte di questo. Sono piena di entusiasmo, carica, agitata dalle aspettative. Finalmente anch'io posso dire la mia!

Al cancello dell'entrata è tutto facile e veloce. Entrando davanti a me vedo l'albero della vita e mi salgono le aspettative per lo spettacolo serale. Tiro fuori la mappa, che mi hanno dato, e comincio il mio percorso personale. Giappone: 5 ore di coda, Emirati Arabi 2,5, Germania 3,0 …...mi fermo, mi guardo attorno per rendermi conto che non sono io che faccio i programmi, ma le code! Va bene, si cambia tattica! Decido di seguire il destino, vuol dire che faccio tutto l'EXPO per vedere dove si può entrare senza sprecare tutta la giornata stando solo in coda. Anche questo nuovo piano non è facile da mettere in pratica, ma con un pochino di fortuna sono riuscita a vedere i padiglioni della Slovacchia, della Russia, dell'Oman, anche se nessuno di questi era lontanamente fra miei preferiti.

Pranzo: sono eccitata, siamo in una manifestazione dedicata al cibo! Cosa potrei mangiare? Adoro la cucina italiana, voglio provarne una di un'altra regione, diversa dal Piemonte. Molise: pesce! Perfetto! Mi metto in coda e ordino tre piatti per assaggiare più cose. Le bibite si devono comprare da un’altra parte. Allora vado, cerco un posto a sedere e una volta trovato devo decidere se mangiare il mio pranzo freddo, mettendomi in un'altra coda per prendere qualcosa da bere, o mangiare senza bere! Allora mangio senza poter usufruire dell'offerta enorme di vini di tutta Italia! Pazienza... La giornata è ancora lunga, più tardi vedremo, magari un aperitivo allo stand della Franciacorta si riesce a fare!

 

Italia

 

Fiduciosa riparto di nuovo vedendo se le code dei miei padiglioni preferiti per miracolo si sono accorciate. Niente! Di nuovo vado alla ricerca di padiglioni dove la coda è accessibile e così finisco nel Nepal, dove è in corso uno spettacolo musicale. Non è male, ma....poi in Irlanda, noiosissima; quindi in Belgio dove si legge che si dovrebbero assaggiare le “moules”, ma sono finite, come mi fa sapere una lavagna; invece posso scegliere tra prosciutto e melone o mozzarella.....anche no! Visito la Spagna che trovo più interessante, poi gli Stati Uniti, un pochino noiosi. Alle 18.00, infine, per farmi del male mi metto in coda per vedere il Giappone! Dovevo vedere minimo uno di quelli che erano i miei stand preferiti, anche se vuole dire farsi 2 ore e mezza di coda!!!! Vi garantisco: dopo una giornata che giri senza sosta, stare ferma 2 ore e mezzo è lunghissimo ed estenuante!

Finalmente si entra e devo dire che ne vale la pena, e il più bel padiglione che ho visto in tutta la giornata e sono sicura che ce ne sono altri, ma.....

Una volta uscita dal Giappone è l'ora di vedere l'albero della vita e il suo spettacolo! Nel frattempo si è fatta notte e i padiglioni sono illuminati. L'atmosfera cambia. Mi piace molto di più, pure la frutta, il pane e tutto il cibo finto esposto in mezzo al “Decumano” (la via principale dell'EXPO) mi sembrano più belli.

Lo spettacolo (dura ca. 10 minuti e viene ripetuto ogni 20 minuti) è molto bello, con la musica, le luci, i fuochi artificiali e l'atmosfera notturna che fa la sua parte.

Dopo lo spettacolo mi dirigo verso l'uscita per andare stanca e un pochino delusa a casa. Avevo tantissime cose che volevo vedere e sono rimasta con la bocca asciutta.

La mia opinione sulla mia giornata all'EXPO è quello che ho detto a mio marito quando mi ha chiesto se valeva la pena di andarci.

Lo rivedrei, con lui, con meno aspettative della prima volta, meno programmata. Proverei a prendere l'atmosfera internazionale che si respira, mi organizzerei con il cibo e farei in modo di avere anche da bere mentre mangio. Diciamo che lo prenderei con più filosofia, contenta di esserci; si tratta comunque di una manifestazione mondiale a 150 km da casa mia! Sicuramente mi fermerei più a lungo la sera per l'atmosfera! Apprezzerei l'architettura dei padiglioni da fuori se la coda non mi permettesse di entrare.
Forse il mio primo approccio era troppo rigido, sarei più morbida e per questo vorrei che anche mio marito lo vedesse. Lui è Italiano ed è importante che lo veda e si faccia anche lui la sua opinione!

2015-12-17 17:23:33blogonLa mia giornata all'EXPO 2015, Milano, Italia23212015-10-02La mia opinione sulla mia giornata all'EXPO è quello che ho detto a mio marito quando mi ha chiesto se valeva la pena di andarci.-661204no
162 2016-04-21 Salone del Mobile, Milano 2016 articoli_162_3.jpg
172 2016-09-22 Maison & Object Parigi, Septembre 2016 articoli_172_1.jpg
120 2015-10-02 La mia giornata all'EXPO 2015, Milano, Italia articoli_120_1.jpg
117 2015-09-10 Maison & Object, Settembre 2015, Parigi articoli_117_2.jpg
113 2015-07-15 Buone Vacanze a tutti! articoli_113_0.jpg
109 2015-05-21 "Nei giardini del castello", Cherasco articoli_109_0.jpg
104 2015-04-27 Salone del Mobile 2015, Milano articoli_104_0.jpg
98 2015-02-23 I trend 2015 "Ambiente" Francoforte articoli_98_3.jpg
93 2015-01-25 Perché amo "Casafacile" articoli_93_3.jpg
92 2015-01-23 Colore a Colazione articoli_92_1.jpg
91 2015-01-23 Blog Tour HOMI Gennaio 2015 articoli_91_1.jpg
77 2014-09-29 Un viaggio di lavoro insolito per una donna! articoli_77_4.jpg Fiera Francoforte
75 2014-09-09 Maison & Object, Parigi, Settembre 2014 articoli_75_60.jpg Maison & Object, Parigi, Settembre 2014
64 2014-06-09 Un anno per "made in bettina nagel." articoli_64_4.jpg
57 2014-03-11 Pressroom pressroom, articoli_57_5.jpg
51 2014-02-16 I trend 2014 "Ambiente" Francoforte singolare, ricerate, primodiali, funzionale, trend 2014, ambiente francoforte 2014 articoli_51_0.jpg Trend 2014
52 2014-02-27 Impressioni dalla fiera "Ambiente",Francoforte 2014 ambiente, francoforte, 2014, impressioni articoli_52_48.jpg Un fiera -  un mondo intero
53 2014-02-27 Dietro le quinte della fiera "Ambiente" di Francoforte articoli_53_5.jpg
48 2014-02-13 San Valentino Stranezze di San Valentino, articoli_48_0.jpg
30 2013-09-12 Impressioni di Parigi durante MAISON & OBJECT Bon marché, parigi articoli_30_0.jpg Bon Marché
29 2013-09-12 Maison & Object Parigi Settembre 2013 foto, news, decorazioni, impressioni, emozioni, aziende articoli_29_0.jpg Maison & Object Settembre 2013
28 2013-09-01 Curiosità e stranezze su donne che hanno fatto la storia concorso blogger we want you, grande donne, stranezze su donne, storia di donne articoli_28_1.jpg
20 2013-07-09 Victoria Secret, un posto dove una donna si sente donna storia di victoria secret, negozio a dubai, fantasy bra, topmodel articoli_20_6.jpg Entrata di Victoria Secret nella Dubai Mall
21 2013-07-10 Il libro oggetto del passato e-book, libro classico, blog articoli_21_3.jpg Libri antichi
2 2013-03-04 grazie grazie grazie è bello di riavervi benvenuto, blog articoli_2_0.jpg merci merci merci
15 2013-05-06 Tre giorni per il giardino al castello di Masino manifestazione giardini, castello di masino, blog, castello cherasco mostra fiori articoli_15_15.jpg Vaso pieno di peonie
6 2013-03-25 Ambiente francoforte 2013 (prima parte) prima parte delle foto di francoforte, speciale lampade, blog articoli_5_22.jpg Lampada cartone
5 2013-03-21 Ambiente Francoforte 2013 (seconda parte) seconda parte, mobili, cose differtente, cose nuove, blog articoli_5_91.jpg house doctor